Italian Trickline Championship - Report Alta Quota

È successo di tutto e di più in questa competizione. Colpi di scena in ogni sfida, risultati inaspettati, verdetti inattesi. Una competizione piena di sorprese, che hanno regalato il buonumore e la voglia di condividere...

Come sempre c'è una splendida giornata di sole a Bergamo, alla fiera dell'Alta QuotaÈ ottobre inoltrato ma sembra estate, e non manca dunque la voglia di scannarsi sulla trickline.
Sono 10 i partecipanti a questa edizione del Italian Trickline Championship, come sempre sponsorizzato da SPIDER SLACKLINES e ROCK EXPERIENCE, che ringraziamo per la costanza nella collaborazione, un'amicizia duratura che prosegue negli anni.

(Jhonatan Limado durante un grab - foto Spider Slacklines)

Tanti italiani ma anche alcuni rappresentanti da Malta e dal Portogallo. Sulla scena italiana, questa edizione ha visto una nutrita delegazione dalla toscana, capitanata dall'ormai quasi veterano Marco Venchi e dalla nuova truppa di Cecina, un gruppo di ragazzi giovani e molto motivati.
Subito si capisce che non è una competizione come tutte le altre: manca qualche big per infortunio, e i nuovi arrivati ormai sono ad un livello già molto alto e si distinguono positivamente.
Dopo le qualificazioni emergono in 4: Marco Venchi, Davis Mistri, Carlo Merelli e Andrè Antunes, il nostro ospite portoghese. Sfortunata la mancata qualificazione di Andrea Pacini di Cecina che, dato il suo livello molto alto, avrebbe meritato un posto; tuttavia, per le finali, ci sono solo 4 posti e bisogna conquistarli con i denti.




(Giada Regoli in un airtrick durante la qualificazione - foto Spider Slacklines)


Fino a qui tutto prevedibile, ma sarà proprio durante le finali che arriveranno i colpi di scena!
Innanzitutto, Davis Mistri, candidato alla vittoria, perde contro Andrè, regalando a quest'ultimo la finale. Dall'altro lato del tabellone, l'altra semifinale regala un risultato ancora più sorprendente: Marco Venchi, di cui si ipotizzava una vittoria senza troppi problemi ed anche una potenziale vittoria in finale, perde contro l'outsider Carlo Merelli, che affronta la sfida con lo spirito giusto, chiude un sacco di trick inaspettati e vola verso la sua prima finale.
A questo punto la finale terzo-quarto posto sarà tra Davis e Marco, i due atleti che tutti credevano che si sarebbero sfidati in finale. La sfida fra loro vedrà primeggiare marco, che si aggiudicherà dunque il più basso gradino del podio.
Ma sarà la finale a regalare l'ultima sorpresa: André, vincitore scontato, è poco concentrato, sbaglia qualche trick importante e perde il focus. Carlo invece è nel mood mentale perfetto: non ha niente da perdere, lancia tutti i trick senza pensarci e li atterra tutti, mettendo pure in combo trick che fino alla mattina non aveva neanche mai chiuso. È on fire. I giudici sono increduli. Doveva essere una vittoria scontata, ma alla fine il punteggio dice il contrario: Carlo vince il contest, e lascia l'argento ad Andrè, che incredulo deve ammettere la sconfitta.



(Carlo Merelli in un freefall durante la finale - foto Spider Slacklines)

Cosa ci insegna questo risultato? 
Innanzitutto, che la mente può fare miracoli e che in gara l'aspetto psicologico è fondamentale. Farsi prendere dall'ansia della vittoria può farti perdere il focus necessario e farti sbagliare quei due trick fondamentali per farti vincere. Dunque mantenere la calma e la lucidità è fondamentale. 
Secondo, che la competizione regala momenti emozionanti. La tensione che si respira quando inizia la competizione può stravolgere risultati scontati e regalarti sorprese emozionanti. Durante la gara può succedere di tutto, e questo è il bello delle gare.
Quando accadono eventi come questi, siamo tutti più felici, compreso chi ha perso. Siamo felici per la vittoria di uno che nessuno si aspettava potesse trionfare ed invece lo fa meritatamente. Siamo felici per andare a casa avendo imparato qualcosa, anche da una sconfitta e, ultimo non per importanza, siamo felici per una bellissima giornata passata insieme a vecchi e nuovi amici, che ci ha fatto andare a casa con il sorriso.

Il 2018 si chiude qui, ma siamo ancora più gasati e non vediamo l'ora che inizi la stagione 2019.
Stay tuned!




(Il podio finale - foto Spider Slacklines)



Grazie a SPIDER SLACKLINES E ROCK EXPERIENCE

per approfondimenti:
--->>> qui: il VIDEO dell'evento
--->>> qui: l'album fotografico dell'evento.

Commenti (0)

Non ci sono ancora commenti per questo post.

Lascia i tuoi commenti

Stai commentando come ospite. Registrati o effettua il login al tuo account.
Allegati (0 / 3)
Share Your Location
Categorie Blog
I più letti
Ultimi Commenti
Grazie per la condivisione Lizz... davvero molto toccante...
Bellissimo evento, complimenti davvero, l'anno prossimo prendero' parte sicuramente!! Ottimo lavoro...

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER PER RIMANERE AGGIORNATO SULLE ULTIME NOVITÀ

Prenota
il tuo evento!